Menu

Mondo Marcio

Nato nel dicembre del 1986 a Milano, Marcio è stato segnato dal divorzio dei suoi genitori (il padre è Francesco Marcello, noto avvocato lombardo),[1] che lo ha portato all'incontro con gli assistenti sociali fin dalla giovane età, segnandolo così di un'esperienza che sarebbe emersa in futuro, una volta scoperta la sua vena compositiva in ambito rap. Oltre a queste esperienze il rapper si sentiva anche solo dove viveva, poi a Milano ha incontrato i suddetti marci che erano un gruppo di persone che avevano problemi a casa e si sostenevano a vicenda.
Dopo aver pubblicato il demo Difesa personale, Mondo Marcio iniziò a diffondere il proprio materiale in modo da acquisire notorietà nella città di Milano, fino a quando non viene notato dal rapper e produttore Bassi Maestro, il quale si interessò a lui, intravedendo potenzialità sia come autore di rime, che come freestyler. Il suo primo successo è stato infatti la vittoria al grande evento Tecniche Perfette, in cui Mondo Marcio sconfisse in finale il rapper degli OneMic Ensi all'età di 16 anni. Fu Rido MC, membro del gruppo Cricca Dei Balordi e della crew Sano Business, a dargli l'attuale appellativo. L'esordio con Mondo Marcio[modifica | modifica wikitesto]

Mondo Marcio nel 2006
La carriera del rapper inizia prestissimo: all'età di 17 anni decide di utilizzare il proprio materiale per realizzare un disco vero e proprio, che anche grazie al supporto di Bassi Maestro si rivela interessante e positivo. Infatti nel maggio del 2004 viene commercializzato l'omonimo Mondo Marcio, album d'esordio che trova buon riscontro anche nella scena rap underground italiana, grazie anche al flow del rapper.
Il mensile Tutto musica e spettacolo gli dedica una recensione. Qualche mese dopo, precisamente nel novembre dello stesso anno, Mondo Marcio pubblica il mixtape Fuori di qua, a cui partecipano i maggiori esponenti dell'hip hop underground come Bassi Maestro in Sei troppo Cheap, Gué Pequeno in Mondo Marcio Gue Pequeno, Jack the Smoker in Le strade e Jack, Fabri Fibra in Abbi fede, Cush in Quello che so, Gomez in Starlight, DJ Minga in Il giuramento ed infine JP. Verso la fine del 2005 abbandona la Vibrarecords per stipulare un contratto discografico con la major EMI/Virgin.
Solo un uomo e il successo nazionale[modifica | modifica wikitesto]
Il 27 gennaio 2006 viene pubblicato il secondo album in studio Solo un uomo, che ottiene un notevole successo a livello nazionale, conquistando il disco d'oro in un brevissimo arco di tempo, vendendo più di 80.000 copie, conquistando il disco di platino. L'album è stato anticipato dal singolo Dentro alla scatola, il cui videoclip veniva passato costantemente da MTV per diverse settimane. L'album ha debuttato alla decima posizione nella classifica italiana degli album, mentre il singolo rimane secondo solamente ad Hung Up di Madonna, per rimanere successivamente per oltre 4 mesi nella Top 20. Successivamente uscirono altri due singoli: Nessuna via d'uscita e Purple Weed. Verso l'estate del 2006 è stata pubblicata l'edizione speciale Solo un uomo - Gold Edition, la quale contiene un disco aggiuntivo intitolato Nessuna via d'uscita e che racchiude 21 brani prodotti esclusivamente da Mondo Marcio e un rifacimento rapcore di Dentro alla scatola, eseguito insieme ai Finley.
Verso la fine dell'estate viene pubblicata anche l'edizione speciale del primo album Mondo Marcio, denominata Mondo Marcio Gold Edition e costituita da un secondo CD contenente 14 remix, nei quali sono stati inseriti in più spezzoni di voce del rapper inediti. Hanno collaborato alla realizzazione di tale disco vari DJ e beatmaker nel campo dell'hip hop italiano come ad esempio Don Joe dei Club Dogo.
Generazione X e In cosa credi[modifica | modifica wikitesto]
Il 22 giugno 2007 è stato pubblicato il terzo album Generazione X, anticipato dal singolo omonimo presentato in anteprima ai TRL Awards 2007. L'album ha venduto oltre 25.000 copie e racconta di un nuovo ambiente, di nuovi problemi, gli artisti della vecchia scuola che non lo amano, i fan che lo accusano di essersi venduto alle major, i rapporti ambigui con stampa e media, ma conservando stessa identica attitudine, con il microfono che è ancora lo strumento per sfogare la rabbia e dare un senso alle cose. La generazione X è quella dei ventenni, sballottati e senza appigli, e Mondo Marcio ci porta le sue riflessioni in merito, sempre condite dal suo tipico slang e da un flow molto riconoscibile, che è cresciuto con il tempo.
Mondo Marcio ha approfondito la materia dell'hip hop a New York entrando in contatto con i migliori produttori contemporanei, producendo tutte le basi del disco, che è pervaso da un groove un po' southern e un po' in stile 50 Cent. Un altro brano degno di nota è Ti starò affianco, che affronta il tema dell'aborto in età adolescenziale; qui l'autore crea un doppio significato tra la sua vita e quella dei ragazzi che tutti i giorni mettono al mondo figli pur non essendo ancora maggiorenni.
L'11 luglio 2008 è stato pubblicato il mixtape In cosa credi, prodotto interamente dall'etichetta da lui fondata, la Mondo Records. In questo disco hanno collaborato i principali nomi dell'underground rap italiano, tra cui Nesli, Cor Veleno, Ensi, Jack the Smoker ed Evergreen. Nel mixtape è presente inoltre una collaborazione con Pier Cortese nella canzone intitolata Tutto può cambiare. Questo mixtape fa anche parte di una tradizione personale dell'artista, poiché fin dagli inizi della sua carriera dopo un album ufficiale ha sempre stampato un mixtape (Fuori di qua e Nessuna via d'uscita).
Animale in gabbia e Musica da serial killer[modifica | modifica wikitesto]

Mondo Marcio in concerto a Riccione nel 2011
Nel corso del 2009, Mondo Marcio pubblica l'EP Animale in gabbia sta arrivando, per poi collaborare con i Two Fingerz al brano Deluso, contenuto nell'album Il disco finto. Il 29 gennaio dell'anno successivo, il rapper pubblica il quarto album in studio Animale in gabbia,[3] anticipato a dicembre 2009 dal singolo Non sono una rockstar.[4]
Il 25 gennaio 2011 è stato pubblicato il mixtape Musica da serial killer, prodotto dal rapper e distribuito dalla Mondo Records.[5]
Cose dell'altro mondo[modifica | modifica wikitesto]
Il 2 ottobre 2012 Mondo Marcio ha pubblicato l'album Cose dell'altro mondo, anticipato dai singoli Fight Rap e Senza cuore. Secondo le parole del rapper, Cose dell'altro mondo rappresenta l'album della piena maturità, in cui sono presenti brani «che non avrei mai scritto in passato, alcune sembrano davvero scritte da un altro Mondo Marcio».[6] L'album inoltre presenta molte collaborazioni con artisti appartenenti alla scena hip hop, come Vacca, Caparezza, Danti dei Two Fingerz, Bassi Maestro, J-Ax, Strano, Emis Killa e Killacat. Il 25 giugno 2013, in occasione del decimo anniversario dalla pubblicazione di Mondo Marcio, è stata pubblicata un'edizione speciale di Cose dell'altro mondo denominata Cose dell'altro Mondo Marcio, doppio disco che racchiude sia Cose dell'altro mondo che Mondo Marcio, oltre anche ad alcune tracce inedite.
Per celebrare i 10 anni di collaborazione tra Mondo Marcio e Bassi Maestro, i due rapper hanno realizzato un EP intitolato Vieni a prenderci, pubblicato sull'iTunes Store il 12 novembre 2013.[7]
Nella bocca della tigre e La freschezza del Marcio[modifica | modifica wikitesto]
Nel periodo di composizione del sesto album in studio di Mondo Marcio, quest'ultimo ha pubblicato in via gratuita il mixtape Mondoteismo.[8] Uscito il 5 marzo 2014, il mixtape contiene una raccolta di alcuni brani pubblicati nel corso della sua carriera e l'inedito Mai, realizzato insieme al rapper Lapo Raggiro.[8]
Pochi giorni più tardi, Mondo Marcio annuncia il sesto album in studio, intitolato Nella bocca della tigre e pubblicato il 15 aprile.[9] Il disco è un concept album caratterizzato da numerosi campionamenti di alcuni brani originariamente interpretati da Mina,[9] la quale ha concesso per la prima volta l'autorizzazione per l'utilizzo dei suoi brani.[9] L'11 marzo è stato invece pubblicato sul canale YouTube del rapper il videoclip della title track,[10] il quale contiene un campionamento del brano Serpenti,[10] composto da Massimiliano Pani e da Samuele Cerri e presente in Rane supreme (1987). L'album ad una settimana dall'uscita debutta alla quarta posizione della classifica italiana degli album.[11]
Il 14 luglio 2015 Mondo Marcio ha pubblicato attraverso Vevo il brano inedito Gotham, composto appositamente per la colonna sonora del videogioco Batman: Arkham Knight,[12] mentre il 12 febbraio 2016 ha reso disponibile il videoclip del brano Un altro giorno,[13] prodotto da Bassi Maestro e pubblicato come singolo una settimana più tardi.[14] Il 17 febbraio il rapper ha annunciato il settimo album in studio La freschezza del Marcio,[15] previsto per l'11 marzo ed anticipato dal singolo omonimo e Me & My Bitch, pubblicati rispettivamente il 26 febbraio e il 4 marzo.[16][17]

Read more...

I Ministri

Federico Dragogna (paroliere, chitarra e cori), Davide "Divi" Autelitano (voce e basso) e Michele Esposito (batteria) si conoscono al liceo e nel 2003 formano il gruppo con un amico tastierista (Emiliano Eva). Il nome del quartetto era inizialmente Ministro del Tempo.[1] Poco tempo dopo il tastierista lascia il progetto, che vede il trio continuare a calcare palchi e a partecipare a concorsi per tre anni, cercando di portare la propria musica a più orecchie possibili. Si trova poi un accordo con la casa discografica Otorecords, che permette alla band, cambiato il nome in Ministri, di incidere il primo album, I soldi sono finiti.

Il cantante del gruppo Davide Autelitano.
L'album, pubblicato nel novembre 2006, cui partecipa anche la Maninalto! Records dei Vallanzaska, è caratterizzato da diverse particolarità, ad esempio sopra la copertina di ogni cd viene inserita una moneta da 1 Euro: un tentativo provocatorio di sensibilizzare i "consumatori" di musica sulla crisi discografica in atto. Nel booklet inoltre, si può trovare la nota Spese della produzione dell'album. Il cd, che grazie alla partecipazione già citata della Maninalto Records si è garantito una distribuzione molto ampia da parte della Venus, ha avuto un grosso impatto sulla scena indie italiana: le loro canzoni, fra testi "politically incorrect", strumenti energici e voci trasformiste (tra melodia e scream), li hanno portati a fare numerosi concerti in tutta Italia dall'uscita del disco (dalle feste di paese fino all'Italia Wave 2007).
Nel 2008 collaborano con Caparezza nella canzone Ulisse (You Listen), tratta dall'album del rapper pugliese Le dimensioni del mio caos.
Sempre nel 2008 i Ministri incidono La piazza EP, EP che vedrà la luce il 6 giugno 2008 sotto Universal e contenente 4 brani che mantengono la verve pungente nei testi e l'impatto sonoro degli strumenti, anche se acquisiscono un timbro più melodico e meno distorto. Dall'EP viene estratto il video di Diritto al tetto, diretto da Davide Fois, che dai primi di giugno viene trasmesso su MTV e All Music.
Alla fine dell'estate 2008 compare sul loro MySpace anche il video de La Piazza, diretto dal regista Danxzen, già noto videomaker degli Amari.
Il 6 febbraio 2009 esce l'album Tempi bui, dal quale è stato tratto un singolo omonimo ed un relativo video, seguito da quello di Bevo, il secondo singolo della band, uscito all'inizio dell'estate 2009 e abbinato a ben due versioni di videoclip. A fine estate 2009 esce La faccia di Briatore, terzo singolo della band, seguito a ottobre da E se poi si spegne tutto.
Il gruppo, che ha suonato in giro per tutta Italia da febbraio a settembre 2009, ha aperto il 31 agosto dello stesso anno il concerto dei Coldplay allo Stadio Friuli di Udine.
A metà ottobre 2009 esce la ristampa de I soldi sono finiti, CD contenente per l'occasione un pezzo delle loro storiche giacche, fatte in mille pezzi. Inizia così il 31 ottobre il In mille pezzi Tour, una serie di concerti che li ha visti protagonisti con delle nuove giacche, seguito poi dal Niente di buono sul fronte occidentale Tour.
Il terzo album dei Ministri, dal titolo Fuori, è uscito il 12 ottobre 2010 ed ha debuttato alla 15ª posizione della classifica ufficiale FIMI degli album più venduti in Umbria[2]. Il primo singolo, Il sole (è importante che non ci sia), è stato reso disponibile su YouTube il 10 settembre come WebVideo, mentre il video del singolo ufficiale Gli alberi anticipa il disco ed è stato pubblicato il 20 settembre in rotazione sulle principali reti musicali. Successivamente viene anche pubblicato il video del brano Noi fuori e del brano Tutta Roba Nostra.
A giugno 2011 esce una nuova ristampa, pubblicata da Universal, del primo album I soldi sono finiti, comprendente anche tre canzoni tratte da La piazza EP.

Il gruppo in concerto.
Nel 2011 collaborano con gli Zen Circus nel disco Nati per subire alla canzone L'amorale, realizzandone i cori.
Il 18 novembre 2011, prima di una lunga pausa, inizia un nuovo tour dal nome Non finisce così Tour. In questa occasione suonano anche un inedito, dal titolo Rinasceremo ovunque.
Nello stesso periodo Federico Dragogna ha prodotto l'album di debutto degli Iori's Eyes, dal titolo Double Soul (La Tempesta International).[3]
Nell'agosto 2012 si sono esibiti allo Sziget Festival, in Ungheria.[4]
Il 12 marzo 2013 è uscito il nuovo album della band, che si intitola Per un passato migliore pubblicato da Godzillamarket in licenza per Warner Music. Nel mese di marzo è previsto l'inizio del tour.[5] Il 31 gennaio 2013 viene diffuso il videoclip del primo singolo, Comunque.
Nell'aprile viene diffuso il video del secondo singolo Spingere.[6] Il 1º maggio 2013 hanno partecipato al Concerto del Primo Maggio a Roma.
Nel luglio 2013 aderiscono al progetto Hai paura del buio?, promosso dagli Afterhours: si tratta di un festival culturale itinerante a cui prendono parte non solo altri musicisti (tra cui Marta sui Tubi, Il Teatro degli Orrori, Daniele Silvestri e Verdena), ma anche attori di cinema e teatro (Antonio Rezza con Flavia Mastrella, Michele Riondino), scrittori (Chiara Gamberale, Paolo Giordano), disegnatori e ballerini.[7][8]
Dopo il tour Il passato promette bene F Punto, componente live dal 2009, lascia i Ministri.
Nel 2013 Dragogna collabora con Le luci della centrale elettrica per l'album Costellazioni.
Nel 2014 il gruppo partecipa alla riedizione dell'album Hai paura del buio? degli Afterhours, collaborando al rifacimento del brano Sui giovani d'oggi ci scatarro su.
Nel Gennaio 2014 la band annuncia il mini-tour europeo di sei date che si terrà nell'Aprile 2014 il quale li porterà a suonare a Castione, Amsterdam, Bruxelles, Londra, Parigi e Berlino.
A partire da Gennaio 2015, la Band, attraverso la sua pagina di Facebook, inizia a rilasciare informazioni sullo sviluppo del loro futuro album[9][10]. In seguito annunciano che il loro quinto album sarà prodotto in collaborazione con Gordon Raphael e verrà registrato in uno degli studi del Funkhaus, storica sede della radio di stato della Germania Est. Dal 3 giugno tramite Spotify, in seguito su YouTube, è possibile ascoltare "Balla quello che c'è" primo inedito che anticipa l'uscita del quinto album, previsto per il settembre 2015.
Il 18 settembre 2015 esce il quinto album, Cultura generale, anticipato da altri due singoli, Estate povera e Idioti. Dall'ottobre 2015 portano avanti il "Cultura Generale Tour" il primo che vede protagonista come quarto ministro Marco Ulcigrai, voce e chitarra de Il Triangolo.

Read more...

Apres la Classe

Gli Après La Classe sono un gruppo di Aradeo, la città del carnevale e degli artisti in provincia di Lecce e suonano un sound che ruota tra il dub Rock e l'electro Rock.Formatosi nel 1996, il gruppo assume una fisionomia definitiva nel 1999 e nel 2002 esordendo ufficialmente con l'etichetta Edel Italia. L'album di debutto è Après la Classe (2002), il cui brano "Paris" diventa subito una hit nelle discoteche e nelle radio italiane venendo anche scelta, nel 2006, come sigla di uno spot televisivo nazionale e come sigla di apertura del programma "Le Iene". Nel 2004 è pubblicato l'album Un numero.
Hanno anche all'attivo collaborazioni con gruppi affermati come i Sud Sound System e artisti noti come Caparezza e Giuliano Sangiorgi dei Negramaro. Dopo anni di palchi calcati tra Italia e resto del mondo hanno modificato nel tempo il loro sound in una sorta di Dub-Rock con contaminazioni Electro-Rock. La band ha scritto e cantato anche delle canzoni in francese, lingua madre del cantante.
Nel 2006 è uscito per la On the road music factory l'album Luna Park, preceduto da un tour nazionale.
Hanno partecipato al Concerto del Primo Maggio 2007, 2008 e 2009 a Roma.
Il 20 aprile 2010 il gruppo ha pubblicato un nuovo lavoro, Mammalitaliani, prodotto e realizzato in collaborazione con Caparezza uscito con l'etichetta Sunnycola distribuzione Universal. Il singolo omonimo spopola nell'estate 2010 nelle radio e nelle spiagge della penisola italica. Il tour dell'album regala alla band in due anni centosessanta concerti e due tour negli States.
Il 1º luglio 2014 esce Riuscire a volare, 13 tracce che danno definitivamente la svolta al sound della band, featuring nell'album Giuliano Sangiorgi degli amici fraterni Negramaro.

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Ti potrebbe interessare...

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next
ORCHESTRA DISCO INFERNO 70

ORCHESTRA DISCO INFERNO 70

Nove elementi sul palco della "Shine Orchestra" pronti ad offrirci un' esibizione coinvolgente, spettacolare e tutta rigorosamente Live! La Band è composta da un duo per la sezione fiati, un...

Read more
Marco Morandi

Marco Morandi

Figlio del cantante e attore Gianni Morandi e dell'attrice Laura Efrikian, fratello minore di Marianna Morandi, Marco studia violino dai 5 ai 15 anni. È sposato con Sabrina Laganà e...

Read more
Laura Torrisi

Laura Torrisi

Siciliana, ma pratese d'adozione, ex concorrente del Grande Fratello. Nel 1998 partecipa alla cinquantatreesima edizione di Miss Italia, giungendo tra le finaliste, e ha una piccola parte nel film Il...

Read more
Mama Maè Negrita Tribute

Mama Maè Negrita Tribute

Una band che si propone a tutti i Fans dei DOCS ed al grande pubblico, con l' intenzione di far rivivere le emozioni del concerto di una delle rock band...

Read more
Alberto Caiazza

Alberto Caiazza

Personaggio rivelazione. Sin da piccolo, ha iniziato a imitare i primi rumori. A cinque anni, racconta la madre, vedendo films Western si cimentava nell'imitare i rumori degli spari e i...

Read more